La nostra storia

Sono Luciano Catellani e insieme alla mia famiglia e a pochissimi allevatori agli inizi degli anni 80 ho preso in mano le sorti dell’antica Razza Reggiana, le  Vacche Rosse che stavano per scomparire per sempre.

Conosco questa storia per averla vissuta in prima persona, per i sacrifici fatti, per il tempo impiegato nella ricerca degli ultimi esemplari rimasti nelle piccole stalle di pianura e di montagna; conosco chi allora ci ha deriso perché considerati “antichi ” e non al passo con i tempi ma anche chi ci ha aiutato, a partire da alcune persone del mio piccolo comune di Cavriago situato nel cuore del comprensorio del parmigiano reggiano, conosco e ringrazio chi ci ha aiutato a livello provinciale, regionale e nazionale. Una storia di trent’anni su cui si potrebbe scrivere un libro, una storia di dure battaglie fatte per salvare questa magnifica razza, per ridarle la giusta collocazione nel tempo in cui viviamo, per valorizzare i suoi allevatori ma anche per garantire ai consumatori e agli estimatori la qualità dei suoi prodotti.

Noi allevatori delle Vacche Rosse ci siamo dati dei regolamenti molto restrittivi nel rispetto degli animali, nella ricerca più alta della qualità e per la tutela dei nostri affezionati clienti.

Nel 1991 nacque infatti un Consorzio di valorizzazione dei prodotti dell’Antica Razza Reggiana (C.V.P.A.R.R) di cui sono stato presidente sino al 2012. A livello nazionale siamo stati i primi a legare alla razza il suo prodotto, in tempi in cui si guardava solo alle alte produzioni e non alla qualità e per questo abbiamo ricevuto consensi in tutto il mondo. Ne siamo orgogliosi e felici perché il nostro esempio è servito per dare slancio a tante altre piccole produzioni locali sia in Italia che all’estero.

Oggi vi presento la nostra nuova storia, con la mia famiglia, in particolare Laura e Manuel e i miei stretti collaboratori liberi da ogni vincolo consortile. Una storia fatta di uomini e animali, di innovazione, e di profondo rispetto per le mie radici e per le mie tradizioni che mi hanno portato fino a qui.

Biografia

Per dovere di cronaca di seguito riporto alcuni passaggi che non era giusto tralasciare e abbandonare per sempre. Sono nato nel 1960 da una famiglia di agricoltori; fin da piccolo provavo una grande ammirazione per nonno Domenico incuriosito dai suoi racconti e aneddoti sugli animali che amava tanto e così ho ereditato la passione per la vacca dal mantello rosso che ha segnato tutto il percorso della mia esperienza lavorativa dapprima con il nonno, poi con mio padre Elia, mio zio Vasco e mio fratello Matteo ed ora a seguito di una triste divisione aziendale con altri soci e qualificati collaboratori.

Negli anni 60 il cosiddetto “progresso zootecnico” aveva ormai soppiantato le Vacche Rosse considerate poco produttive, ma la scelta del nonno fu quella di non rinunciare alle sue vacche perché orgoglioso e convinto del loro valore e della qualità del loro latte, nonostante l’umiliazione e la bollatura di “agricoltore retrogrado”.

Le vicissitudini condivise con il nonno e la mia famiglia, prima da bambino e poi da studente, alimentarono in me una forte voglia di rivalsa, la voglia di dimostrare che in nome del progresso era stata decretata erroneamente la fine della Vacca Rossa e del suo latte così pregiato, il latte per il nostro Parmigiano Reggiano.

Dopo la scuola media, intraprendo gli studi e mi diplomo presso l’Istituto Agrario Zanelli.
Nel 1982 insieme ad altri allevatori inizio ad occuparmi delle sorti della razza.
Nel 1983 vengo eletto Presidente della Associazione Allevatori Bovini di Razza Reggiana.
Nel 1991 sono fondatore del Consorzio Valorizzazione Antica Razza Reggiana e presidente fino al 2012. Nello stesso anno sostengo l’avvio di un progetto di studio e valorizzazione del latte delle vacche rosse finanziato dal Ministero dell’Agricoltura e attuato in collaborazione con il Centro Ricerche e Produzione Animale. Da questo momento con altri 5 allevatori inizia la produzione costante del parmigiano delle Vacche Rosse presso il caseificio Notari dell’Istituto Agrario Zanelli.

Nel 1994 mi laureo con il massimo dei voti in Scienze della Produzione Animale presso la facoltà di Agraria dell’Università di Bologna, laurea conseguita tra studio e lavoro.
Gli studi e le ricerche realizzate da varie Università dimostrano quanto fosse vero ciò che diceva mio nonno e questo rafforza le mie convinzioni e il mio impegno nel recupero della razza: più nulla mi avrebbe potuto dissuadere.
Nel 1996 riesco a portare a termine la pratica per il finanziamento dell’Associazione Nazionale Bovini di Razza Reggiana presso il Ministero dell’Agricoltura, pratica sospesa dal lontano 1962; poi ancora tante altre attività e battaglie di ogni tipo sempre in nome della Rossa .
Dal 2000 ad oggi vengono potenziate le attività di promozione per far conoscere la razza e i suoi prodotti attraverso fiere, convegni, pubblicazioni e interventi su giornali e televisioni.

Questi furono anni fecondi e di intenso lavoro sostenuto dalla volontà ferrea di proseguire nell’attività intrapresa con amore e passione fino a raggiungere con grande soddisfazione la giusta ricompensa: aver ridato alla Vacca Rossa il suo valore e il suo posto nella storia.

Il progetto di recupero e valorizzazione si è rivelato vincente! A garanzia dell’unicità di questo formaggio e a tutela del consumatore ho ideato il marchio con cui ancora oggi vengono identificate le forme: il marchio delle Vacche Rosse.

L’attività commerciale intrapresa è in forte espansione:il formaggio delle Vacche Rosse è conosciuto in tutto il mondo e lo si può trovare soprattutto sulle tavole di intenditori e buongustai.

A coronamento di tutto ciò nel Gennaio del 2016, un altro grande progetto è iniziato nonostante il tentativo di ostacolarci e le malignità di altri produttori… Attraverso il mio marchio registrato “Vacche Rosse Razza Reggiana” abbiamo iniziato a produrre un formaggio a pasta dura tipo grana che conserva tutta la tradizione e lavorazione del Parmigiano Reggiano. Questo formaggio viene marchiato con una nostra fascera aziendale per una più marcata distinzione sul mercato.

Molto è ancora da fare e tante altre battaglie saranno da vincere, una in particolare è quella di costruire una nuova azienda con nuove stalle per migliorare il benessere animale, un nuovo laboratorio per migliorare ancora di più le nostre produzioni e un nuovo punto vendita per ospitare al meglio i nostri affezionati clienti . Forse sarà una follia  ma andare oltre quel muro fa parte del mio DNA,  nella vita  i traguardi sono fatti per essere superati e il più bello è sempre quello che sta per arrivare.  Spero proprio di riuscirci in questa nuova sfida, per mio nonno e mio padre che non ci sono più, per mio zio che a 89 anni mi parla ancora con entusiasmo delle sue vacche rosse e che mi ha aiutato tanto ad arrivare fin qui , poi per mia madre , mio  fratello  e le mie sorelle ma sopratutto  per mia moglie Luciana,  a Laura ed Elena le mie figlie e a Manuel,futuro genero,  a loro devo molto perché starmi vicino non è certo facile. E anche a voi che ci state seguendo un grazie di cuore .  Alla base di tutto c’è l’amore e la passione per la mia terra, per questi animali, per la  cultura e la  tradizione di questi luoghi, quindi con orgoglio dico ancora avanti , domani è un altro giorno e vale la pena di essere vissuto intensamente.